venerdì 4 maggio 2012

....ASPETTAVO...I MURR.....


"....aspettavo, seduto davanti ad un bicchiere d'acqua fresca, osservavo le persone passare su e giù per la galleria come le bollicine che percorrevano la parete di quella gasata tanto desiderata...



Un sms..”Siamo in arrivo” ...


Una sigaretta, un'altra sempre 
 stra-desiderata..


Poi nel mio osservar la folla scorgo una macchia di delicato fluo arancio avvicinarsi ... Metto a fuoco, con le mie difficoltà logistiche, e quel piccolo puntino color di una stella diventa sempre più intensamente color del sole al tramonto....La borsa di Antonio intravista in lontananza ora è chiara:  distinguo nitidamente la sua 

figura e quella di Roberta che già risplendeva distante.

Due macchiati ed un american coffee, acqua per tutti, e parole...tante parole...parole ricche di un'innata empatia che ci porta subito i sorrisi alle labbra, la voglia di qualche battuta. Non si rompe il ghiaccio quando le persone sono calde...la metafora con il fuoco del sole e delle stelle calza.. Un magnetismo che si regala solo alle persone vere.
Los Angels, Milano, Londra e la nostra amata Sardegna ... Il giro del mondo in due ore attraverso la vita di quelli che sembrano tre amici che non si vedono da anni e si raccontano davanti ad un caffè e, per me, qualche sigaretta.










Ph. CARLO RAMERINO




Esprimere il senso della moda come ragione di vita, un armadio che 

diventa una tavolozza di colori tra le mani di un pittore, attori e non spettatori della vita in un palcoscenico che cambia quotidianamente poiché siamo anche sceneggiatori delle nostre esistenze.



Ph. CARLO RAMERINO


Presto a Los Angels per tanti ed importanti progetti, prestissimo al Pitti di Firenze ma ancor prima a prendere il piccolo Mario, fortunatissimo bimbo (come sono stato io) a vivere il profumo dell'arte ogni giorno tra le mura di casa...







Un'emozione vissuta in due ore che vuole far intuire tre vite, le passioni scorrono nelle nostre vene ed in così poco tempo abbiamo condiviso così tanto che ora nel raccontare questa storia non mi bastano le parole, non le trovo, succede così quando senti (feeling) le persone vicino a te.
L'orologio scorre, l'ora di prendere Mario e della mia lezione di Economia si avvicina, ci si saluta come amici di sempre con un abbraccio ed un' incrocio di occhiali e cappelli. Con un sincero abbraccio l'arrivederci al Pitti dove la storia continuerà, continuerà quel rapporto tra persone speciali che amano l'arte, la vita, la moda, il condividere se stessi.
"sono della generazione che ti chiede chi sei e non cosa fai!" (Antonio Murr)
Ecco perché vi ho raccontato “come” sono i Murr e non “cosa” essi facciano... Poiché ciò che fanno é visibile ai più... La fortuna che ho avuto io è stata vedere chi sono.....
E cosi come li ho visti apparire qualche ora prima, li vedo andar via, a caccia di quel sogno che alimenta ancora la passione che brilla nei loro occhi, anche attraverso gli occhiali di Roberta....








I "TOP" MURR...


Ph. CARLO RAMERINO





Ph. CARLO RAMERINO







Ph. CARLO RAMERINO
....i "MIEI" MURR....












...."ci siamo proprio rilassati.." (A)
...." è quello che ci voleva"....(R)
...."si...un gran bel pomeriggio"...(T)


                                          Grazie Roberta ed Antonio......
                                                                                  ......ci bieusu tottus in su manicomiu....*




















* detto sardo di buon augurio ed amicizia:
"ci vedremo tutti in manicomio"

















3 commenti:

  1. ovviamente il barlume fluo è loving ....Leghila....

    RispondiElimina
  2. le parole che raccontano questo post sono piene di stima, amore, passione nei confronti di due grandi che hanno la stessa stima, passione, amore per te e per la moda.

    Bellissimo post. (Modifica la grandezza delle foto però)

    I <3 U

    RispondiElimina
  3. Un vero post d'aMurr! Splendido!
    Mila

    RispondiElimina